Energie rinnovabili in Brasile: la rinascita del Paese parte dalla green economy

Feb 19, 2019

Il Dott. Graziano Messana alla Repubblica parla delle prospettive per lo sviluppo delle energie rinnovabili in Brasile, successivamente all’elezione del nuovo presidente Jair Bolsonaro.

Scopri di più sulla nuova direzione politica brasiliana e sui vantaggi per gli investimenti esteri qui.

Secondo gli esperti della banca schroders, il Brasile sarà una delle sorprese del 2019. “Archiviate le elezioni – si legge nel report appena pubblicato – dovrebbe rafforzarsi, trainando al rialzo l’America Latina, la quale potrebbe pertanto rivelarsi l’area emergente per il prossimo anno”. Quando si tratta di economia, gli analisti chiudono un acchio sulle dichiarazioni del neo presidente Jais Bolsonaro. O su come sia arrivato a convincere i suoi cittadini a votarlo. Invece, guardano con piú attenzione a quanto ha promesso per uscire dalla crisi che da due anni a questa parte ha frenato la corsa del Brasile tra i paesi emergenti.

Bolsonaro, dopo una campagna alettorale che ha destato non poca preoccupazione, si è presentato ai mercati con un atteggiamento il più possibile rassicurante. Garantendo un rilancio in senso liberista: ripartirà il processo di privatizzazioni, in parte già avviate dai governo di centrosinistra, le quali dovrebbero fare da volano per il ritorno degli investimento. Non per nulla le Borse hanno già reagito e i fondi di investimento si sono posizionati in anticipo: tra le piazze finanziarie di primo piano, San Paolo è tra quelle che da inizio anno ha perso di meno. Se questo è il quadro generale, un ruolo fondamentale sarà svolto dal rilancio della green economy. In realtà, non c’è mai stato un vero rallentamento. Semplicemente si aspettava di capire le scelte della nuova presidenza. Non essendoci stati cambiamenti, gli operatori si aspettano una accelerazione nei progetti che dovrebbero fare del Brasile una delle realtà più importanti per un ulteriore sviluppo delle rinnovabili nel mondo. In parte lo è già: dopo Cina e India, occupa il terzo posto nella classifica mondiale. Insieme, i tre paesi hanno rappresentato negli ultimi anni oltre la metà degli investimenti globali. Il governo ha confermato l’obiettivo di crescere per 5 mila gigawatt di potenza all’anno. Sempre dai documenti governativi, si prevede soltanto per il solare, una spesa per 28 miliardi di 10-15 anni.

Come in altri paesi del Sudamerica, il Brasile è un terreno fertile per le rinnovabili grazie al suo sistema idroelettrico. Al momento, in Brasile c’è una capacità installata pari a 150 gigawatt, di cui l’80 per cento è coperta di rinnovabili. E di queste, l’idro è la componete principale con il 65% del totale. Ma già a fine anno, si precedono ulteriori incrementi: il 2018 si chiuderà con una crescita del 4% sia per l’eolico sia per le biomasse e un ulteriore 21% dell’Idroelettrico. Ma il vero exploit riguarda il fotovoltaico, dove la crescita è esponenziale, mettendo a segno addirittura un più 600% di capacità installata.

I dati sono stati forniti dalla società di consulenza GM Venture, nata dall’idea di una manager italiano: Graziano Messana ha aperto i suoi uffici a San Paolo 13 anni fa, scommettendo sulle opportunità che il Brasile avrebbe potuto offrire alla società italiane, sfruttando in primis lo sviluppo nel settore delle rinnovabili.

Il prossimo mese di febbraio l’ambasciata italiana dedicherà una serie di incontri e ospiterà una missione commerciale dedicata alla filiera energetica nazionale. “ Sarà una occasione da non perdere-spiega Messana al telefono ad Affari&Finanza – perché le aziende italiane possono contare sulla presenza radicata del gruppo Enel, il quale dopo l’acquisizione della rete di Electropaulo è diventato il principale distributore di energia del Brasile, confermandosi leader in tutto il Sud America”.

Sicuramente un invito “interessato”, ma con una sua giustificazione: “Il Brasile è un paese complesso, dove pratiche burocratiche e rapporti con il fisco non sono semplici e sicuramente diversi da come siamo abituati in Europa. Noi accompagniamo le aziende che vogliono fare business nel paese: abbiamo all’attivo già 30 collaborazioni e lo sviluppo delle rinnovabili sarà sicuramente una spinta ulteriore alla crescita. Speriamo nostra, ma che potrebbe riguardare l’intero settore nazionale”.

Articolo originale.

Se vuoi aprire un’attività in Brasile, dai un’occhiata a tre semplici passaggi per farlo, qui.

Contattaci

Leggi altre news

Uno spaccato sull’economia brasiliana del 2021

Uno spaccato sull’economia brasiliana del 2021

Ogni paese segue sfide diverse per il 2021, legate anche agli aspetti dimensionali o culturali, ma alla fine dobbiamo un po' tutti imparare a convivere con gli effetti della pandemia. Cambiamenti del virus, ritorni di focolai dovuti a disattenzioni occorse durante le...

leggi tutto
Guida agli affari in Brasile per gli imprenditori italiani

Guida agli affari in Brasile per gli imprenditori italiani

L’Ambasciatore d’Italia in Brasile, Francesco Azzarello, il Manager Director di GM Venture, Graziano Messana (foto), ed il Partner Audit e Head Italian Desk di KPMG Brasile, Luca Esposito hanno presentato oggi nel corso di un evento virtuale moderato dal Presidente di...

leggi tutto
Open chat